Dicono del mio Libro

MARIA CRISTINA ADAMI – Consulente rapporti interpersonali, dice:
Bello. Davvero semplicemente bello. Ho sempre pensato che per piacermi un libro dovesse emozionarmi, il tuo ha fatto molto di più, mi ha entusiasmato, coinvolto, illuminato. Ho letto le ultime pagine con le lacrime agli occhi, ho sognato, mi sono rivista in molti tuoi pensieri. Mi sembra di conoscerti da sempre! Un abbraccio.”

DAVID MARCON – Studente lavoratore, dice:
Andavo o tornavo?” è un libro di compagnia, in gergo direi “che si fa leggere“, ci sono molti spunti e nozioni!!! Mi ha divertito parecchio, questo libro mi piace veramente!!La lettura è stata davvero facile e dinamica.
Sei riuscita a trasportarmi nuovamente a Madrid e farmi rivivere quelle belle sensazioni di un luogo davvero unico.
Mi sono ritrovato a ridere molte volte con me stesso perchè nelle descrizioni dei tuoi viaggi mi rivedevo in tante cose!!
Complimenti Chiara!!! E’ stata proprio una bella avventura la tua!!”

RENATA ANDOLFO – Impiegata, dice:

“L’ho letto quasi tutto d’un fiato. Mi permetto di prendere a prestito una parola che tu usi spesso per evidenziare la MAGIA che mi ha coinvolta e legata alle pagine. La tua capacità di descrivere e raccontare è veramente intrigante. Mi sono piaciuti, oltre alla storia in se, i messaggi tra le righe, e a volte espiliciti, che hai lanciato, quasi un inno alla determinazione, alla costanza, ma anche all’amore, all’amicizia, alla libertà, alla gioia di vivere e di lasciarsi andare seguendo quello che il nostro cuore ci consiglia ma con un grande obiettivo a monte che coordina e dirige ogni nostra azione, lasciando però spazio ad una crescita continua che ci permette anche di essere flessibili sul nostro obiettivo iniziale per poterlo migliorare ed aggiustare. Grazie Chiara, è stato bello poter leggere una parte di te.

FRANCESCO MONTAGNER – Perito, dice:
“Il libro l’ho divorato!!! Veramente, veramente bello!!!! In una parola: VIVO!!! Mi è dispiaciuto averlo finito, ogni volta che aprivo le pagine avevo la sensazione (e la certezza) di immergermi in un mondo…un mondo avvincente, un mondo pieno di emozioni, un mondo vissuto e vissuto appieno. Grazie per l’emozione che mi hai trasmesso.”

GIANLUCA LUCCHESE – Scrittore, dice:
“Il libro di Chiara fa venire tante “voglie”: una a forma di Spagna ed una come un diario segreto, due come dei cuori e come le ali di un aeroplano e la più piccola come una formichina che sale nelle scale della vita…
Da leggere! Brava.”

MASSIMO MELCHIORI – Mio Migliore Amico, dice:
“Non so se il tuo viaggio sia finito. Non te lo auguro, perchè sei una gitana… I girovaghi non smettono mai di cercare, di camminare sentieri impossibili, anche se hanno trovato una casa che appare sicura. Quello che racconta il tuo libro, tuttavia, ha per protagonista una ragazza che da qualche parte è arrivata, concretamente! Non riesco a descriverti la mia emozione. Perchè la sento dentro di me, la sento nelle righe che hai scritto… è bellissimo! Hai raccontato vera vita.”

ELISA ZANATTA - Impiegata comunale, dice:
In due giorni ho letto il tuo libro! Semplicemente incatevole. La tua passione, il tuo trasporto, la tua immensa energia, sanno emozionare e fanno tanto pensare. Grazie per aver regalato un pezzo della tua vita al mondo.”

GIUSEPPE RUBINATO – Tecnico Informatico, dice:
Ho finito il libro in un giorno. Un sacco di emozioni mi è piaciuto un sacco! Me ne scrivi un altro?”

ALESSANDRA POLLINA – Life Coach, dice:
“Bellissimo! Ho appena ‘volato’ il tuo libro iniziato ieri notte… bellissimo! Ho riso, pianto, gioito con te e con i movimenti della tua anima. E’ bellissimo, scivi ancora Clara.”

VITTORIA MASCHIETTO – Studentessa, dice:
“Stupenda è stata la sensazione di toccare con mano tutto ciò che descrivevi, e il calore che sei riuscita a comunicare. In quelle tre ore e mezza di lettura, mi hai dato modo di percepire la tua vita, come se fosse totalmente mia. Grazie!”